L'Urtimi Sciuriddi

L'Urtimi Sciuriddi
Stefano Bissi

venerdì 26 luglio 2013

mercoledì 3 agosto 2011

Siculiana Marina

Siculiana marina : canzone di Stefano Bissi (luglio 1946)
In : L'ultimo ieri : Voci dell'anima all'alba del terzo millennio
poesie

Tra il fiume e il Monte Stella,
al piè de la montagna,...
http://www.youtube.com/watch?v=2Hyym0i0s8w

lunedì 28 giugno 2010

domenica 1 febbraio 2009

Biografia

Stefano Bissi è nato a Siculiana (AG) il 28/04/1916.

Ha insegnato per circa 40 anni nelle scuole elementari.

Anche durante il servizio militare, da Ufficiale di complemento, volle dedicare il suo impegno di Maestro alle reclute analfabete, organissando anche spettacoli ricreativi quale dirigente del Complesso Artistico del XVI°corpo d'Armata.

Nella scuola ha profuso le sue doti artistiche al fine d'affinare la sensibilità e le doti espressive dei giovani sia nei corsi serali di orientamento musicale che nella direzione del locale centro di lettura.Da sempre, inoltre, ha saputo esprimere il naturale suo bisogno di comunicare incisivamente col mondo degli uomini e delle cose, scrivendo con vena giovanile, sia in vernacole che in lingua, lavori comico-satirici e pregevoli liriche di vario argomento e musicando, con freschezza di motivi, arie e canzoni di sua composizione.Gli sono stati conferiti vari riconoscimenti, tra cui :

premio al merito educativos "Colombo" - Milano 1956;
medaglia d'oro offerta dagli studenti di Siculiana - Ferae matricularum, 1967;
diploma di benerenza del Ministero della P.I. con medaglia di bronzo per l'opera svolta a favore dell'istruzione elementare e dell'educazione infantile - Roma 1971;
premio nazionale di poesia dialettale siciliana e italiana "Funtana di li Rosi",
Campofranco negli anni 11973-74-79.

Inoltre :
premio nazionale di poesia italiana "Mario Gori", Caltanissetta 1976;premio nazionale di poesia A.S.MI. "Borgo Novo" Palermo 1991.Fa parte del gruppo culturale "Ottagono Letterario di Palermo".

Animatore di spettacoli folkloristici e goliardici, il Bissi continua ancora oggi, a scrivere, con slancio giovanile, commedie in lingua italiana e siciliana, mai disgiunto da un appassionato impegno civile in tempi che, pare, abbiamo perduto quei valori comuni che, nella crescita e nelle crisi, hanno costituito motivo di ripresa e di riscoperta della nostra identità umana e culturale di popolo che non si abbatte nella sconfitta e non si esalta nella vittoria.Un augurio di cuore al poeta della nostra terra.

Siculiana, 1950

Libellés : , , , ,

Copyrights Tous droits réservés

Scrivere con la penna del cuore